Cappe Cucina

Scegli
Ordina per
  • Pagina 1 / 14
333 Risultati per "Cappe Cucina"
Filtro e ordinamento
  • Pagina 1 / 14

Cappe Cucina


Per la tua cappa cucina, scopri le offerte di Electronic Star

La cappa aspirante è un dispositivo elettrico di fondamentale utilità per garantire la salubrità della tua cucina, in grado di rimuovere grasso, fumi, odori e vapori generati dalla cottura di cibi attraverso una combinazione di filtrazione ed evacuazione dell'aria. Non tutte le cappe cucina hanno le stesse caratteristiche, né sono adatte allo stesso tipo di cucina, e per questo, al momento di fare la tua scelta di acquisto, è bene disporre di alcune informazioni essenziali sulle modalità d’installazione e funzionamento.

Se ad esempio la tua cucina è dotata di canna fumaria per lo scarico dei fumi verso l’esterno, potrai optare per una cappa aspirante, mentre in caso contrario un modello di cappa a ricircolo con filtri interni potrà comunque soddisfare le tue esigenze di purificazione dell’aria. Su Electronic Star trovi un ampio assortimento di modelli di cappa cucina; che tu cerchi una cappa da incasso, cappe a parete, sottopensile o cappe a isola, in grado di combinare funzionalità e design regalando un nuovo look alla tua cucina, non devi fare altro che scoprire le nostre offerte e lasciarti ispirare.

Come funziona una cappa aspirante?

Generalmente, il funzionamento delle cappe da cucina avviene in due modi:

  • per estrazione: queste cappe sono quelle ad aspirazione, in cui il motore aspira i fumi, gli odori e i gas generati dalla cottura, li fa passare attraverso un filtro metallico antigrasso (che può essere pulito in lavastoviglie) e li espelle all'esterno della casa attraverso un tubo di scarico fumi collegato alla parte esterna della casa. Di norma, il tubo ha un diametro prestabilito, e maggiore sarà la lunghezza, maggiore sarà la potenza di cui il motore avrà bisogno. È inoltre necessario installare una valvola anti ritorno, in modo che il fumo e gli odori non entrino più in cucina. Il maggior vantaggio di una vantaggio è l'efficienza, poiché elimina del tutto le particelle in sospensione che si generano durante la cottura.

  • per ricircolo: queste cappe per cucina sono dotate di un filtro al carbonio e vengono utilizzate nei casi in cui non esiste il tubo di scarico. La cappa aspira e assorbe i fumi e i gas e li fa passare prima attraverso un filtro antigrasso che purifica l'aria e poi attraverso un filtro a carbone attivo monouso che assorbe gli odori e restituisce l'aria pulita alla cucina. Sono meno efficaci nell'eliminare gli odori, ma non richiedono la posa di un tubo, né di praticare fori nella facciata, il che le rende molto più facili da installare.

I diversi tipi di cappe di aspirazione.

In secondo luogo, è possibile effettuare classificare le cappe aspiranti anche in base alla tipologia d’installazione e alla loro forma:

  • una cappa aspirante a incasso (o cappa sottopensile) è normalmente installata sotto un mobile o credenza della cucina. Si tratta del tipo di cappa da cucina più comune, e qualora sia presente una canna fumaria per lo scarico dei fumi verso l’esterno, normalmente essa non è visibile perché nascosta all’interno del pensile stesso, offrendo così una soluzione visivamente elegante e in grado di sfruttare intelligentemente gli spazi a disposizione.

  • le cappe dell'isola sono più moderne e suggestive, e costituiscono a tutti gli effetti un elemento di spicco nell’arredo della cucina, come elemento separato dalle pareti. Richiedono molto spazio, quindi sono consigliati soprattutto per le grandi cucine con piani cottura in vetroceramica installati nella parte centrale.

  • le cappe aspiranti extrapiatte, dette anche telescopiche o a scomparsa, sono le più discrete ed economiche, e riescono a passare inosservate; una cappa a scomparsa viene tirata fuori solo al momento dell’uso e può essere facilmente richiusa senza ingombrare.

Quali caratteristiche considerare per la scelta di una cappa?

Quando scegli una cappa per la tua cucina, è bene considerare alcuni aspetti tecnici che possono incidere sulle prestazioni del dispositivo, in relazione alle caratteristiche della tua cucina. Tra le variabili da considerare:

  • il livello di estrazione necessario, per sapere di quanta potenza ha bisogno la tua cappa. Per fare questo, è necessario avere le misure della vostra cucina e dei tubi che installi per portare i fumi verso l’esterno.

  • Il livello di rumorosità delle cappe richiede un'attenzione particolare. I modelli che vengono attualmente prodotti sono sempre più silenziosi, e ce ne sono persino alcuni che includono involucri con rivestimenti di materiali in grado di assorbire e smorzare il rumore. In media, le cappe aspiranti emettono tra 70 e 80 decibel alla massima potenza e circa 40 decibel alla minima potenza. Se cerchi una cappa cucina che non faccia troppo rumore, ti consigliamo un modello che non superi i 60 decibel. Tuttavia, è anche vero che il livello sonoro aumenta in funzione del potere di assorbimento.

  • Le dimensioni: deve avere una larghezza minima pari a quella del piano cottura, anche se è meglio prenderne una un po' più grande in modo da aumentare la capacità di assorbimento. Ad esempio, se la piastra misura 80 cm in larghezza, la cappa dovrebbe essere di almeno 60 cm, anche se sarà sempre più efficace se è più grande. Se lo spazio a disposizione è sufficiente, è possibile installare la cappa da 70, 80 o idealmente anche di 90 cm. Ricorda anche che la potenza è calcolata in base alle dimensioni della cucina.

  • Il motore: è importante assicurarsi che il cofano abbia motori in ferro corazzati e non in plastica. Questo problema è più rilevante nelle cucine che vengono utilizzate molto, in quanto ciò impedisce che grasso, polvere e sporcizia entrino, aderiscano e forniscono una maggiore protezione all'interno della cappa.

  • Un altro aspetto importante da considerare è la possibilità d’impostare diverse velocità, e che il dispositivo sia dotato di una valvola di non ritorno per impedire agli odori e al fumo di tornare in cucina una volta spenta. I modelli di cappa cucina più comunemente usati hanno di solito una capacità di assorbimento fino ad almeno 500 m3/h.

Calcolare la potenza necessaria per la tua cappa cucina

Per calcolare la potenza del motore di cui hai bisogno, puoi usare realizzare la seguente formula molto facilmente:

moltiplica i metri quadrati della cucina per la sua altezza e, una volta ottenuto il volume, moltiplicalo di nuovo per 12 giri/ora, valore che equivale ai metri cubi (m3) del motore. Ad esempio, se la tua cucina è di 10 metri quadrati ed è alta 2,40 m, il risultato sarà: 10 x 2,40 x 12 = 288 m3

Pertanto, per garantire l’efficienza minima sarà necessaria una cappa cucina con capacità di aspirazione di 288 m3/ora. Tuttavia, è sempre consigliabile installarne una più potente del necessario perché, per poter aspirare correttamente, non sarà necessario impostarla per lavorare alla massima velocità e, quindi, farà meno rumore.

È importante verificare il diametro richiesto dal modello di cappa aspirante scelto, soprattutto perché se la canna fumaria della cucina è più stretta, la cappa non funzionerà bene. In realtà, sarebbe controproducente in quanto la capacità d'aria che la cappa può aspirare non passerebbe attraverso il tubo e il fumo ritornerebbe in cucina, perdendo così la capacità di aspirazione e aumentando il rumore.

Per la tua cappa cucina, diversi design a disposizione

Una volta individuato lo spazio a disposizione e la potenza necessaria per scegliere la cappa giusta, devi individuare tipo di design che meglio si adatta agli elementi della tua cucina. Così come avviene per altri elettrodomestici quali forni e frigoriferi, molte cappe aspiranti sono progettate non solo per garantire la massima funzionalità, ma anche per aggiungere un tocco estetico in più per completare la decorazione della tua cucina.

I modelli principali di cappe da cucina sono montati a parete, sia in orizzontale che con un'inclinazione verso la zona di cottura. Le cappe a isola sono progettate per le cucine i cui fuochi non hanno pareti attorno, e in questo caso la cappa è fissata al soffitto con una struttura e una rifinitura, generalmente in acciaio inox. Le cappe aspiranti extrapiatte sono di solito attaccate o incassate nel muro o in un'unità alta, e possono essere fisse o rimovibili per coprire più superficie quando si sta per cucinare, ed essere rimesse a posto dopo l’uso, per occupare meno spazio.

Consigli per l'uso e la manutenzione della cappa cucina

Ci sono alcune semplici abitudini quotidiane che si possono attuare per prolungare la vita della cappa e ottimizzarne le prestazioni.

  • Ti consigliamo di avviare la cappa subito dopo aver posizionato le pentole, per evitare che il motore si surriscaldi e per aumentarne l'efficienza contro gli odori e i vapori.
  • Evita di lasciare il fuoco acceso con la cappa spenta e di utilizzare prodotti abrasivi e abrasivi che possono graffiare la superficie.
  • Quando pulisci il pannello frontale esterno, sia esso in alluminio o in acciaio inossidabile, è necessario farlo con un panno morbido imbevuto di detergente liquido neutro e preferibilmente strofinando con un movimento orizzontale.
  • Qualunque tipo di cappa tu scelga, sono tutte dotate di filtri dell'aria che devono essere puliti periodicamente quando il grasso si è accumulato. I filtri sono facili da montare e smontare e sono anche sostituibili. In una cappa filtrante a ricircolo, i filtri a carbone devono essere cambiati una volta all'anno affinché il sistema di depurazione funzioni correttamente.
  • I filtri in fibra di feltro possono essere lavati a mano, purché si faccia attenzione a non perderne la forma, in quanto sarebbe molto complicato reinserirli.
  • Nelle cappe aspiranti sono comuni i filtri metallici, che possono essere lavati in lavastoviglie se non sono troppo unti. Se hanno accumulato troppo grasso, è meglio immergerli in un contenitore contenente un qualche tipo di prodotto sgrassante.
Accedi
Inserire l'indirizzo e-mail.
Inserire almeno 6 caratteri.
Accedi
Inserire l'indirizzo e-mail.
Inserire almeno 6 caratteri.